(Verzuolo 1930, Via Roma)

 

Storia di Verzuolo nell'anno... – Scheda storico cronologica - scarica
Fonti: Riccardo Baldi “Storia di Verzuolo”, Verzuolo 1988.

1500 a.C.

Età del Bronzo: altare preistorico con coppelle e vaschette presente nei boschi 300-400 m. in direzione ovest poco sopra il convento di S. Grato.

500 a.C.

Età del Ferro: massi con coppelle presenti sulla collina di Verzuolo

200

Periodo Romano: ritrovamento nei pressi della cappella di S. Bernardo di condutture d'acqua ceramiche e embrici (di cui uno marchiato) di epoca romana.

400-500

Diffusione del Cristianesimo

700

Alto Medioevo: cruciformi cristiani incisi su massi in località S. Cristina. Si presume ad opera dei monaci di Pagno.

1087

Prime notizie della presenza di un Castello a Verzuolo.

1125

Nascita del Marchesato di Saluzzo

1159

Documento di Federico Barbarossa “Curtem de Verciolo cum Castello et Turribus” – Conferma della presenza del Ricetto.

1164

Notizie di un primo mercato a Verzuolo

1165

Creazione “Canale del Corso” da Piasco a Saluzzo ad opera dei Cistercensi.

1182

Fondazione del priorato benedettino dei SS. Filippo e Giacomo dipendente di S. Benigno di Fruttuaria.

1272

Prime notizie sulla cappella all’interno del Castello dedicata a S. Michele Arcangelo.

1300

Inizia lo sviluppo del Borgo della Villa.

1344

Il Castello viene attaccato dai Provenzali con gravi danni.

1363

I Savoia e gli Acaja attaccano i castelli del Marchesato.

1367

Chiesa di S. Cristina, primo documento (testamento) che certifica la presenza di una prima chiesa dedicata a S.Cristina sui colli di Verzuolo

1370

Probabile costruzione Torre di segnalazione di S. Cristina ad opera del marchese Federico II.

1377

Federico II, marchese di Saluzzo, termina la costruzione del nuovo Castello di Verzuolo.

1386

Saccheggio da parte di Amedeo VII di Savoia.

1389

Ristrutturazione della cappella di S. Michele e rinnovo di donazione ai monaci d’Oulx.

1391

Presenza di un ospedale in Verzuolo.

1398

Epidemia di peste.

1430

Il luogo ove ora giace il convento di S. Grato è luogo prediletto di ritiro del beato Stefano Mandelli, domenicano del convento di Saluzzo.

1440

Prime notizie sulla scuola pubblica in Verzuolo.

1470

I Primi Statuti di Verzuolo

1470

Ristrutturazione del Castello da parte di Ludovico I, Marchese di Saluzzo.

1478

Verzuolo è colpito dalla peste, in quest’anno il castellano era Antonio di Valperga.

1482

Verzuolo, nuovi allarmi sulla peste.

1487

Nuovi attacchi da parte dei Savoia.

1497

Verzuolo invoca l'Inquisizione contro eretici e streghe.

1504

Epidemia di peste.

1507

La cappella di S. Michele passa sotto l’Ordine di S. Benedetto, e di S. Agostino.

1509

9 Ottobre, forte terremoto nel Saluzzese, a Saluzzo andò in rovina la punta del campanile di S. Bernardino e parte del campanile di S. Martino.

1511

Nascita della Diocesi di Saluzzo ad opera di Papa Giulio II.

1522

Epidemia di peste.

1525

20 Febbraio, due forti scosse di terremoto, procurano danni in tutta l’area Saluzzese.

1540

Siccità.

1541

Costruzione convento Domenicano di S. Cristina

1542

Il vescovo di Alessandria attacca i luoghi di Verzuolo e Saluzzo.

1542

Inondazioni e allagamenti.

1548

Muore l’ultimo Marchese di Saluzzo, il Marchesato passa sotto la Francia.

1552

Gli imperiali attaccano il Castello.

1568

La maggioranza dei verzuolesi sono di religione valdese.

1570

Grave carestia.

1588

Carlo Emanuele I di Savoia invade il Marchesato.

1592

Grave carestia.

1597

Notizie su riparazione orologio campanile parrocchiale della Villa.

1600

Costruzione cappella di S. Bernardo sui colli di Verzuolo

1601

Negli atti pubblici diviene comune l’uso della lingua italiana, sostituendo la francese e il latino.

1601

Trattato di Lione, i Savoia Marchesi di Saluzzo.

1602

Ristrutturazione del Castello da parte di Silvestro di Altacomba dei signori della Manta.

1607

Attacco francese.

1630

Saccheggio da parte degli spagnoli.

1630

Peste – stimati in Verzuolo 500 decessi in pochi mesi. Accertati oltre 300 a Villanovetta.

1654

Installazione orologio campanile di Santa Maria

1668

Costruzione casa dei portici (dove attualmente risiedono negozi).

1683

Costruzione Filatoio da seta da parte di Chiaffredo Barello e Bartolomeo Rivero, inizio ‘900 di proprietà del cav. Cesare Chicco.

1690

Saccheggio da parte dei soldati del generale Catinat.

1693

Saccheggio da parte dei francesi. Prendono le tre campane del campanile di Santa Maria della Scala.

1696

Il vescovo di Saluzzo scrive al prefetto di Torino per chiedere aiuto sui troppi bambini abbandonati davanti alle chiese.

1708

Freddo intenso, seccano viti e alberi da frutta.

1710

Siccità.

1712

Costruzione chiesa dei Cappuccini, attuale parocchia SS. Filippo e Giacomo.

1712

“Scontro di Papò” tra cavalleria francese e piemontese.

1719

Iniziano i lavori di costruzione della Confraternita del Gonfalone (la “Crusà”), termineranno nel 1749.

1728

Alluvioni.

1749

Costruzione della chiesa della Confraternita – Borgo Villa.

1747

Termina la costruzione di Santa Maria della Scala.

1792

Saccheggio da parte di soldati austriaci.

1794

Saccheggio da parte di soldati napoleonici.

1797

Saccheggio da parte di soldati austriaci.

1798

Il Piemonte è francese.

1799

Carestia.

1800

Occupazione da parte di truppe austro-russe.

1807

Costruzione nuovo cimitero di Verzuolo.

1814

Ritorno dei Savoia dopo l’occupazione napoleonica, Saluzzo capoluogo di Provincia.

1819

La parrocchia dei SS. Filippo e Giacomo viene trasferita nell'ex convento dei Cappuccini.

1821

Costruzione attuale campanile Santa Maria della Scala.

1835

Epidemia di Colera.

1840

Nuove ristrutturazioni al Castello.

1840

Terminano i lavori della nuova strada Saluzzo – Verzuolo – Cuneo.

I lavori durarono circa dieci anni.

L’antica strada che da Manta conduceva a Verzuolo, era l’attuale “viale”.

1848

Epidemia di Colera.

1850

Briganti sulla collina di Verzuolo, uno dei loro covi era un piccolo casolare sulla collina di S. Bernardo chiamato la “munia”.

1854

Epidemia di Colera.

1863

Verzuolesi i primi italiani che giungono in vetta al Monviso: con Quintino Sella, Paolo e Giacinto di Saint Robert e Abbà Giovanni, oltre Il Baracco (calabrese), Bodoino Giuseppe (Casteldelfino).

1866

Epidemia di Colera.

1866

Costruzione Asilo Infantile Umberto I.

1866

Mese di settembre, in occasione della festa patronale, S. Giovanni Bosco viene a celebrare la S. Messa. In quell'anno Verzuolo era ancora colpito dal Colera.

1868

In due mesi emigrano in Argentina 4000 abitanti della Provincia di Cuneo.

1877

Giuseppe Rovasenda in località la “Bicocca” coltiva 3350 vitigni diversi d'uva.

1880

24 Ottobre, la rete tranviaria raggiunge Verzuolo, la stazione si trovava dove ora c’è il semaforo, giungendo da Saluzzo, subito a destra, dove ora c’è un moderno palazzo.

1885

Il terzo Congresso Storico Italiano, si riunisce nel Castello di Verzuolo.

1892

La rete ferroviaria arriva a Verzuolo.

1902

L’ing. Burgo installa illuminazione pubblica a Verzuolo con diciannove lampade.

1904

Terminano i lavori di costruzione della nuova Cartiera Burgo.

1917

2 luglio, crollo della Torre quadrata di ponente e gravi danni alla restante torre e loggiato.

1930

Inaugurazione delle nuove Scuole Elementari.

1938

Demolizione della Torre quadrata di levante, della Loggia e della torre del Belvedere.

1939

Costruzione casa del fascio, attuale caserma dei carabinieri.

1941

L’archivio del Castello viene spostato a Carignano.

1944

Aereo tedesco, Junker Ju 52 precipita poco sotto il santuario di S. Cristina.

1958

Costruzione nuovo municipio

1990

Un camion francese abbatte Porta Capalla.


 

 

Servizi Hostingwww.dominioweb.org